• Caricamento in corso ...

Il viaggio, che si tratti di una gita di un giorno o di una vacanza da sogno una volta nella vita, porta con sé eccitazione e avventura, ma per chiunque viva con problemi di mobilità, udito o vista, la semplice nozione di viaggiare può anche fornire una buona dose di paura e ansia .

The Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che il 15% della popolazione mondiale conviva con una qualche forma di disabilità. Con l'aumento di questo numero (in parte a causa dell'invecchiamento della popolazione del baby boom) la richiesta di viaggi accessibili e senza barriere si è intensificata e molti di noi stanno sperimentando come queste sfide influenzano noi stessi o coloro che amiamo.

Ostacoli ai viaggi accessibili

 Viaggi accessibili, come identificato da UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo), si riferisce a "l'adattamento degli ambienti e dei prodotti e servizi turistici in modo da consentire l'accesso, l'uso e il godimento da parte di tutti gli utenti, consentendo alle persone con disabilità motorie, visive o uditive di funzionare in modo indipendente e con equità e dignità".

Alcune barriere al viaggio per una persona disabile sembrano ovvie, altre meno. Per qualcuno con problemi di mobilità, navigare per strade acciottolate o arrivare in una stanza d'albergo per trovare porte troppo strette per una sedia a rotelle può quasi rovinare una vacanza. I non vedenti e gli ipovedenti spesso combattono con siti turistici che non offrono segnaletica braille e/o tour audio descrittivi. Le persone con problemi di udito possono avere difficoltà a sentire gli annunci in una stazione degli autobus e dei treni, in un aeroporto o persino nell'ascoltare una guida turistica.

Mary Pritchard è un'avida viaggiatrice e un'appassionata di teatro. Nel corso di 40 anni indossando apparecchi acustici, può citare innumerevoli esempi in cui le sue esperienze di viaggio e di intrattenimento sono state ostacolate, a volte persino bloccate, perché non riusciva a sentire.

"Il grande problema per me è il teatro, sia il cinema che il teatro dal vivo", afferma Pritchard. “Anche se forniscono tappi per le orecchie in modo da raccogliere l'audio direttamente nelle orecchie, poiché il mio udito è peggiorato, sono diventati inutili. Andavo una volta all'anno al Festival di Shaw a Niagara ma ho smesso di andarci perché non aveva senso pagare il prezzo del biglietto quando non potevo ascoltare lo spettacolo. Ho anche fatto un tour in autobus e una crociera in battello fluviale mentre ero in Italia. Dover ascoltare le persone ai microfoni può essere impossibile”.

David Lyons-Nero, Specialista di viaggio accessibile presso Flight Center Indipendente, ha visitato 24 paesi e afferma di aver trascorso delle belle vacanze, ma anche la sua parte di esperienze non così grandi lungo la strada. Nonostante abbia fatto i suoi soliti compiti prima del viaggio per una recente vacanza, Lyons-Black è arrivato al suo hotel per trovare il personale apparentemente ignaro delle sfide che una persona su una sedia a rotelle potrebbe incontrare. “Ogni giorno tornavo nella mia stanza e scoprivo che il telecomando della TV era stato posizionato sopra la TV. Non riesco a raggiungere quell'altezza", afferma Lyons-Black. “Ho informato il personale che questo era un problema per me, ma ha continuato a succedere. Ho anche chiesto che portassero la sedia della scrivania fuori dalla stanza, cosa che hanno fatto, ma alla fine della giornata sono tornato e ho scoperto che la sedia sarebbe tornata di fronte a quella scrivania.

June Kozlow, un'anziana di ottant'anni, ammette che il suo udito si è deteriorato al punto da trovare un semplice viaggio in autobus per visitare sua figlia non solo frustrante, ma in un'occasione umiliante. Kozlow racconta di quell'esperienza: “Ho chiesto all'autista di farmi sapere quando eravamo arrivati ​​a destinazione. Era troppo tardi quando mi resi conto che aveva chiamato la mia fermata, ma non l'avevo sentito. Con l'autobus pieno di persone collegate ai loro dispositivi, non riuscivo ad attirare l'attenzione di nessuno. È stato davvero sconvolgente».

Organizzazione a porte aperte (ODO), stima che i viaggiatori disabili spendono oltre 17 miliardi di dollari all'anno per viaggiare negli Stati Uniti. Poiché le persone con disabilità hanno meno probabilità di viaggiare da sole, il loro contributo effettivo supera i 35 miliardi di dollari o più. Ha senso solo ed etico per l'industria del turismo garantire che le proprie strutture siano accessibili e che persone come Lyons-Black, Pritchard e Kozlow, insieme a milioni di viaggiatori disabili, vivano una vacanza senza barriere.

E a detta di tutti, l'industria sembra ascoltare la chiamata. Più rampe e servizi igienici accessibili, dispositivi acustici avanzati, tour audio descrittivi e tecnologia assistiva stanno ora rendendo più facile per tutti i turisti, indipendentemente dai loro limiti, vivere un'esperienza di vacanza emozionante.

Viaggio per non udenti

Alcuni hotel forniscono tecnologie accessibili all'udito, come allarmi antincendio, campanelli nelle camere e sveglie a vibrazione. Inoltre, alcune visite guidate dispongono di sistemi FM.

Una di queste innovazioni progettate per rispondere meglio alle esigenze dei viaggiatori con problemi di udito è Naviluzione®, una tecnologia attivata dal GPS. Le compagnie di autobus, treni e navi possono ora installare una scatola di controllo nei loro veicoli che trasmette commenti ai loro visitatori che indossano cuffie o auricolari. La tecnologia GPS consente agli operatori di fornire la storia giusta al momento giusto e rileverà anche quando il veicolo è fermo nel traffico, dando al conducente l'opportunità di riprodurre storie aggiuntive.

Viaggi per ipovedenti

Come ogni viaggiatore disabile, i viaggiatori non vedenti e ipovedenti porteranno con sé i dispositivi e le tecnologie che utilizzano nella loro vita quotidiana: software per la lettura dello schermo, app per smartphone, Paesaggio sonoro Microsoft, Occhiali da sole Bose, app GPS, ma ora stanno fornendo più tour operator audioguide in particolare progettato per i non vedenti che includono indicazioni da un sito all'altro e indicazioni all'interno della stanza, ad esempio “Segui il muro alla tua destra fino alla porta. Stai attento; se il tempo è bello, la porta potrebbe essere aperta" o "In piedi con le spalle alla porta, sei di fronte a un grande camino".

Anche musei e gallerie stanno lavorando per trovare modi per coinvolgere e includere meglio i loro visitatori ipovedenti. Università OCAD studenti laureati di corso di laurea in design inclusivo stanno aiutando il Galleria d'arte dell'Ontario (AGO) dare vita all'arte per le persone nella comunità dei non vedenti e ipovedenti re-immaginando le opere d'arte AGO e creando un'esperienza tattile con progetti tridimensionali e multisensoriali.

Melissa Smith, AGO Gallery Guide e coordinatrice dell'educazione degli adulti, afferma: "Lavoriamo per creare mostre che le persone con disabilità visive possano toccare, come le statue di bronzo".

Infrarossi e GPS Solutions, che attivano l'audio quando il visitatore si avvicina, forniscono anche un "suono visivo" per dare vita a siti e mostre narrativa e vivida descrizione.

Nella stessa vena, Cattedrale di Salisbury a Salisbury, in Inghilterra, fornisce un modello "touch and feel" della cattedrale insieme a una mappa del pavimento rialzato per indicare dove sono posizionati i vari pilastri e l'altare. Hanno anche una casa modello per offrire ai visitatori un senso di scala.

Superare i problemi di mobilità

Aeroporti, stazioni degli autobus e dei treni possono essere un enorme induttore di stress per qualsiasi viaggiatore con problemi di accessibilità. La miriade di problemi e le possibilità di incidenti sono enormi. Per servire meglio le persone con problemi di mobilità, molte compagnie ferroviarie hanno compiuto uno sforzo concertato per progettare le proprie piattaforme e scompartimenti tenendo conto dell'accessibilità. Dalle rampe della piattaforma che colmano il divario nelle loro stazioni, agli ascensori meccanici che issano una sedia a rotelle dentro o fuori, i treni forniscono uno dei modi più accessibili di viaggiare.

"Viaggiare con disabilità presenta molte sfide, inclusa la capacità di ascoltare annunci, compresi quelli che sarebbero considerati di emergenza o critici", afferma Maile Keone, Presidente di Listen Technologies, una società dedicata ai sistemi di ascolto assistito. “Le sfide si estendono a cose semplici come trovare qualcuno che abbia empatia per chi viaggia e sia disposto a fare il possibile per aiutare. Mi è successo mentre ero in viaggio con mia madre, che si muove lentamente e non sempre sente gli annunci".

La tecnologia assistiva sposta i viaggiatori

Anche la tecnologia assistiva, un termine generico per dispositivi o software di assistenza, adattamento e riabilitazione per persone con disabilità, sta svolgendo un ruolo significativo nel rendere i viaggi accessibili a tutti. Che si tratti di una sedia a rotelle controllata da smartphone dotata di cingoli in gomma per salire le scale, bastoni da passeggio intelligenti, teleloop per l'ascolto assistito o la tecnologia avanzata di tracciamento oculare, il viaggio si sta muovendo nella giusta direzione verso un viaggio senza barriere.

La lingua può essere un'altra barriera all'accessibilità in a industria globale dove gli arrivi di turisti internazionali nelle destinazioni di tutto il mondo ammontano a 1,326 milioni, una cifra che cresce ogni anno. La tecnologia che consente opzioni multilingue sui controlli dei passeggeri dà vita alle storie della loro destinazione per i visitatori di culture e background diversi.

Per una nonna che parla cinese che viaggia con i suoi nipoti di lingua inglese, questa può essere un'esperienza che cambia la vita. "Questa donna era in lacrime", afferma Ange Berlin, Vice President, Creative for AudioConexus, una società di tecnologia turistica ora parte del Ascolta Tecnologie gruppo. “Dopo aver sperimentato il nostro tour audio sull'autobus hop-on hop-off, ha goduto per la prima volta della stessa esperienza dei suoi nipoti, ridendo delle stesse cose e chiedendosi insieme agli altri. È stato molto commovente per noi, sapere che avremmo fatto la differenza nelle loro vite”.

Il viaggio assistito inizia da casa

Secondo Viaggia settimanalmente L'80% di tutti i viaggiatori effettua una ricerca e poi prenota le proprie vacanze online. Per un viaggiatore con esigenze speciali, la prenotazione online può essere il modo più semplice per organizzare un viaggio. Fortunatamente, l'industria del turismo sta rispondendo alla tendenza delle prenotazioni online rendendo i propri siti Web più facili da navigare. Airbnb ha aggiornato la sua piattaforma di noleggio di proprietà peer-to-peer per includere 21 nuovi filtri di accessibilità e Google ha aggiunto percorsi "accessibili in sedia a rotelle" alla navigazione di transito su Google Maps.

 Consigli per i viaggiatori con esigenze di accessibilità

Quando gli è stato chiesto quali consigli offre ai suoi clienti prima di intraprendere qualsiasi viaggio, Lyons-Black ha affermato: “Ci sono un sacco di informazioni e suggerimenti là fuori per i viaggiatori con disabilità. Fai le tue ricerche e pianifica in anticipo, ma il mio consiglio numero uno è, non aver paura. Altri con l'aiuto. Tutto quello che devi fare è chiedere.”

A titolo di esempio, Lyons-Black ricorda una visita al Teatro dell'Opera di Melbourne a Melbourne, Australia. Al suo arrivo a teatro, si è trovato di fronte a 33 gradini che non aveva modo di percorrere. Non estraneo alle avversità né alla richiesta di assistenza, Lyons-Black ha chiesto se la sede avesse un percorso alternativo per entrare in modo da poter partecipare al tour visitando il sito.

“Siamo stati portati attraverso la cucina, poi portati a un ascensore di servizio e siamo usciti alcuni livelli più in basso. Mentre attraversavamo il ventre del Teatro dell'Opera, gli artisti di Madame Butterfly, lo spettacolo di quella sera, ci davano il cinque». Lione-Black ride. “Mi sembrava di avere una sbirciatina dietro le quinte, e mi ha fatto sentire davvero parte della produzione. Non sarebbe mai successo se non l'avessi chiesto".

Partner in viaggi accessibili

Lyons-Black ha anche consigli per l'industria del turismo quando si tratta di rendere l'esperienza di viaggio di una persona disabile tutto ciò che può essere.

"Ascolta, ascolta davvero", dice. “Le persone disabili sanno cosa vogliono ottenere da un'avventura e, insieme a un agente, possono elaborare un itinerario che soddisfi i loro obiettivi di viaggio. Un agente non dovrebbe mai presumere quale potrebbe essere il limite del proprio cliente. L'ultima cosa che un cliente vuole sentire è che non puoi farlo in alcun modo. Fornisco ai miei clienti un documento di due pagine e mezzo da compilare, poi dedico un'ora per conoscerli. In questo modo imparo la natura della loro disabilità e posso consigliare loro meglio cosa devono considerare e cosa aspettarsi durante il loro viaggio”.

Il turismo accessibile deve essere uno sforzo collaborativo tra le parti interessate, i governi, i tour operator e i loro clienti, le persone con disabilità. Con più attori che lavorano per migliorare la qualità del viaggio per le persone con disabilità, l'industria del turismo sta andando nella giusta direzione per creare un accesso senza barriere.

"Credo che diventiamo esseri umani migliori attraverso i viaggi", afferma Keone. “Impariamo a capire la diversa natura del mondo, che va ben oltre la nostra piccola parte di esso. Per coloro che hanno problemi di accessibilità, essere in grado di viaggiare ed essere ospitati li ispira a confidare di poter avventurarsi fuori dalla loro zona di comfort, di essere curati e di comprendere le loro esigenze”.

Lyons-Black è d'accordo. "Ci arriveremo", dice. "Dobbiamo solo lavorare insieme".

Qual è la tua prossima storia? Vuoi saperne di più su come rendere il tuo tour più accessibile? Parla con noi.

Tre ricevitori ListenTALK separati in fila con nomi di gruppi diversi su ogni schermo.
Iscriviti alla nostra newsletter

Ci piacerebbe fornire informazioni preziose direttamente nella tua casella di posta una volta al mese.

Iscriviti alla Newsletter
Donna sorridente felice che lavora nel call center
Come vi possiamo aiutare?

Ci piacerebbe rispondere alle tue domande, fornirti un preventivo dettagliato o inviarti maggiori informazioni.

Hai una domanda? Contattaci subito!

Ascolta Sede

14912 Via della cresta del patrimonio
Bluffdale, Utah
84065-4818 Stati Uniti

Telefono: + 1.801.233.8992
E-mail: [email protected]
Numero verde: 1.800.330.0891

Ascolta Europa

Alsvej 21
Randers, NV 8940
Danmark
Telefono: + 45 2939 4422 E-mail: [email protected]
  • Si prega di includere solo l'indirizzo dell'organizzazione. Città, Stato/Provincia e CAP verranno compilati automaticamente.
  • Descrizione di dove è necessaria l'attrezzatura e un breve riassunto del motivo per cui la tua organizzazione dovrebbe essere scelta.

Ascolta Sede

14912 Via della cresta del patrimonio
Bluffdale, Utah
84065-4818 Stati Uniti

Telefono: + 1.801.233.8992
E-mail: [email protected]
Numero verde: 1.800.330.0891

Ascolta Europa

Alsvej 21
Randers, NV 8940
Danmark
Telefono: + 45 2939 4422 E-mail: [email protected]