• Caricamento in corso ...
Tra l'esecuzione di Gentner Communications (ora ClearOne) e Ascolta Tecnologie, ho accumulato oltre 30 anni di gestione organizzativa. Uno dei concetti più potenti che ho imparato in questi anni è quello di allineare obiettivi, obiettivi e incarichi. Ho pensato che potrebbe essere utile trasmettere un po' di ciò che ho imparato.

Obiettivi e obiettivi non sono gli stessi?
Questo è uno dei più grandi equivoci. La risposta è: No. Gli obiettivi rappresentano un'aspirazione mentre gli obiettivi rappresentano un risultato specifico. In effetti (e questo è di fondamentale importanza), gli obiettivi sono le cose specifiche che fai per raggiungere un obiettivo.
Gli obiettivi di solito emergono dalla visione o dalla missione dell'azienda.
Ad esempio, un'azienda potrebbe avere l'obiettivo di migliorare i tempi di consegna da quando un ordine viene ricevuto a quando viene spedito. Questo obiettivo potrebbe provenire dalla visione dell'azienda di essere un'organizzazione focalizzata sul cliente. È semplicemente fantastico avere un obiettivo (soprattutto quando è legato alla visione), ma dietro a questo DEVI mettere alcuni obiettivi specifici che supportano l'obiettivo primario (più sotto).
Visione aziendale > Obiettivi > Obiettivi > Raggiungi gli obiettivi > Raggiungi gli obiettivi > Avvicinati alla Visione

Concetto chiave: la visione e gli obiettivi sono inutili se non hai un sistema specifico per metterli in atto! È qui che entrano in gioco gli obiettivi SMART.

Vita elastica


Obiettivi SMART
Personalmente, mi piace il file Vita elastica test per obiettivi e penso che tutti gli obiettivi dovrebbero essere SMART. Per un obiettivo essere Vita elastica deve essere SPECIFICO, MISURABILE, RAGGIUNGIBILE, REALISTICO e avere un TEMPO specifico per il completamento.

Esempio di obiettivo e obiettivi SMART
Quindi prendiamo l'obiettivo sopra e pensiamo ad alcuni obiettivi specifici che supportano l'obiettivo.
Diciamo che la XYZ Widget Company ha il seguente obiettivo per il 2012 che è legato alla sua visione di essere un'organizzazione focalizzata sul cliente.
Obiettivo: Migliora la reattività verso i clienti.
Nel fissare questo obiettivo, XYZ sa che una delle cose che deve fare è ridurre i tempi di consegna degli ordini. Pertanto si crea il seguente obiettivo SMART:
Obiettivo principale: Riduci i tempi di evasione degli ordini da 5.6 ore a 2.3 ore entro il 30 giugno.
Questo diventa uno degli obiettivi principali per questo obiettivo (ci sono molti altri obiettivi necessari per raggiungere questo obiettivo).
XYZ quindi inizia a seguirlo all'interno dell'azienda. Il tempo medio settimanale di consegna viene pubblicato su una bacheca in modo che tutti possano vedere i progressi nel raggiungimento dell'obiettivo. L'azienda può ora riunirsi attorno a qualcosa di SPECIFICO e MISURABILE!
Da ciò, l'azienda si pone questo obiettivo:
Obiettivo 1: Forma un team interfunzionale che analizzi il nostro sistema di elaborazione degli ordini che produce obiettivi di miglioramento. Completa questo processo entro il 1 marzo.
Questo team interfunzionale si pone quindi questi obiettivi:
Obiettivo 2: Implementa un sistema di codici a barre che riduca il tempo necessario per imballare e spedire un prodotto entro il 15 maggio.
Obiettivo 3: Ridisegnare il layout del magazzino per ridurre i tempi di picking e implementare entro il 15 maggio.
Noterai che ciascuno di questi obiettivi soddisfa i criteri SMART.
Va tutto bene, ma se non hai un piano d'azione per ogni obiettivo non raggiungerai l'obiettivo. Quindi il mio suggerimento è che ogni volta che viene concordato un obiettivo, viene impostato quanto segue per supportare l'obiettivo:
1. Una persona è responsabile dell'obiettivo (responsabile del progetto).
2. Il project manager è quindi responsabile della creazione di un piano scritto.
3. Viene messo in atto un sistema di monitoraggio delle misurazioni.
4. Il progetto è implementato.
Quindi, ad esempio, prendiamo l'obiettivo 2: implementare un sistema di codici a barre che riduca il tempo necessario per imballare e spedire un prodotto entro il 15 maggio 2012.
1. Mary è nominata project manager.
2. Mary scrive un breve progetto (una pagina). Mary condivide il piano con il suo capo e i membri del team di progetto. Il piano include:
un. L'obiettivo. il gol. I membri del team devono capire perché hanno questo obiettivo e perché si lega all'obiettivo dell'azienda.
B. Qual è l'obiettivo e come verrà misurato.
C. Un elenco di incarichi per ogni persona del team.
3. L'obiettivo viene inserito nell'agenda settimanale della riunione di gestione ogni settimana fino al raggiungimento (questo è il sistema di monitoraggio). Mary deve riferire i suoi progressi sull'obiettivo. In questo modo, l'obiettivo diventa misurabile.
4. Mary usa quindi il suo piano per seguire il suo team per assicurarsi che ogni incarico sia completato e che il progetto proceda al completamento.
Man mano che ogni project manager (inclusa Mary) completa e raggiunge il proprio obiettivo, l'obiettivo principale è completato e la XYZ Widget Company si avvicina al raggiungimento del suo obiettivo di migliorare la reattività del cliente e più vicino alla sua visione.
Ripassiamo:
1. Creare obiettivi verso un'aspirazione organizzativa legata alla visione dell'azienda. La maggior parte delle aziende dovrebbe avere un basso numero di obiettivi in ​​qualsiasi momento. Se non lo tieni basso, avrai troppi obiettivi!
2. Una volta creato un obiettivo, creare gli obiettivi necessari per supportare l'obiettivo. Assicurati che ogni obiettivo sia SMART. La maggior parte degli obiettivi richiede da 2 a 5 obiettivi per raggiungere l'obiettivo.
3. Per ogni obiettivo:
un. Nomina un project manager.
B. Il project manager scrive un piano di una pagina che include assegnazioni specifiche.
C. Il project manager crea un sistema di monitoraggio per tenere traccia dei progressi sull'obiettivo.
D. Il team di progetto completa i propri incarichi e il sistema di monitoraggio del progetto mostra che l'obiettivo è stato raggiunto.
4. Man mano che ogni obiettivo viene creato, l'azienda si avvicina sempre di più all'obiettivo.
5. L'obiettivo è completo, l'azienda festeggia il successo!
Visione aziendale > Obiettivi per supportare la visione > Obiettivi SMART per raggiungere l'obiettivo > Piani di progetto per raggiungere gli obiettivi > Sistema di monitoraggio specifico per ogni obiettivo > Compiti completati > Obiettivi completati > Obiettivo raggiunto > L'azienda si avvicina alla sua visione
Tre ricevitori ListenTALK separati in fila con nomi di gruppi diversi su ogni schermo.
Iscriviti alla newsletter

Ci piacerebbe fornire informazioni preziose direttamente nella tua casella di posta una volta al mese.

Donna sorridente felice che lavora nel call center
Come vi possiamo aiutare?

Ci piacerebbe rispondere alle tue domande, fornirti un preventivo dettagliato o inviarti maggiori informazioni.

Iscriviti alla Newsletter
Consenso