• Caricamento in corso ...


L'anno scorso
 Ho avuto l'incredibile opportunità di visitare il Scuola Kauri Sue Hamilton durante la stagione delle vacanze. L'esperienza ha avuto un impatto incredibile su di me, tanto che ho voluto ripetere l'esperienza. Quest'anno abbiamo avuto la fortuna di avere membri del Team di notizie KSL e Madeleine Brown del Deseret News si uniscono a noi per l'evento. Di seguito puoi leggere il suo meraviglioso articolo a riguardo, originariamente pubblicato il 17 dicembre 2013, sulla pagina delle notizie di Deseret>>>

RIVERTON — Grida di “Babbo Natale!” da alcuni studenti e gesti eccitati da molti altri salutarono l'allegro vecchio elfo mentre si faceva strada tintinnando in classe.

Babbo Natale ha organizzato una festa da ballo improvvisata nel mezzo dell'aula con Shale Peck, 20 anni, che ha sorriso da un orecchio all'altro mentre saltava e agitava le braccia sopra la testa.
Per tutto il martedì, Babbo Natale e il suo elfo hanno visitato i 180 studenti con gravi disabilità multiple presso la Kauri Sue Hamilton School.
"Shale non parla, quindi può essere un po' titubante e ha l'autismo", ha detto la preside Rita Boullon. "E così per lui alzarsi e ballare in quel modo, e potevi vedere il sorriso sul suo viso, ... è stata una rivolta".
Parker Overtin, 16 anni, ha legato con Babbo Natale a Godzilla e ha detto "formaggio" per una foto. E Macey Mortensen, 13 anni, ha alzato con entusiasmo la mano ogni due minuti fino a quando non è stato finalmente il suo turno di sedersi vicino a Babbo Natale e prendere un bastoncino di zucchero.
Sebbene la maggior parte degli studenti, dai 5 ai 22 anni, non potesse comunicare con le parole, i loro volti si illuminarono e alcuni sorrisero mentre Babbo Natale li chiamava per nome e trascorreva del tempo con loro.
Quello che i bambini e la maggior parte del personale scolastico non sapevano era che Babbo Natale aveva un aiutante segreto che gli "sussurrava" all'orecchio.
Un impiegato della scuola si trovava nelle vicinanze, dando da mangiare a Babbo Natale i nomi e le caratteristiche uniche degli studenti per creare una connessione personale. La magia è stata fornita da Listen Technologies, un'azienda che fornisce soluzioni di ascolto assistito, come dispositivi audio per le esibizioni all'Abravanel Hall.
“Molti di loro non possono comunicare, ma puoi vedere nei loro volti che solo il fatto che Babbo Natale conosca il loro nome e dica qualcosa su di loro, è più personale. È una cosa davvero commovente a cui assistere”, ha affermato Kristin Rector, direttore dei servizi di marketing per Listen Technologies.
L'azienda è diventata creativa e ha trovato alcune applicazioni non tradizionali per la sua tecnologia, come aiutare Babbo Natale a conoscere individualmente gli studenti.
"Molte volte pensi che la tecnologia disconnetta le persone, e quindi questo è un modo per creare davvero una connessione per le persone in modo reale e personale", ha detto Rector.
Ha elogiato la dedizione e la devozione che i 50 membri dello staff della scuola forniscono quotidianamente agli studenti.
Molti studenti non possono andare al centro commerciale e aspettare in fila per vedere Babbo Natale. A causa di disabilità come l'autismo e la paralisi cerebrale, è difficile per le famiglie portare con sé i propri figli, e l'esperienza è travolgente e sovrastimolante per alcuni.
“Quindi per loro fare una foto con Babbo Natale è davvero speciale. Alle famiglie piace davvero molto", ha detto Boullon. "E per loro vedere Babbo Natale in questo ambiente sicuro con tutto questo supporto in giro, è davvero fantastico."
L'anno scorso, Brooks Gibbs di Listen Technologies ha avuto l'idea di offrirsi come Babbo Natale per una visita alla scuola. Ha detto che è il suo giorno preferito dell'anno.
“Ci piace davvero portare un po' di felicità a questi bambini. Non hanno la possibilità di uscire a vedere Babbo Natale”, ha detto Gibbs. "È un regalo meraviglioso e gioioso."
Gibbs canticchiava "Sta cominciando a somigliare molto al Natale" mentre andava di classe in classe, visitando gli studenti per trascorrere un po' di tempo, scattare una foto e dare loro un bastoncino di zucchero.
"È fantastico. È qualcosa che mi ha toccato come nient'altro. Quello che ognuno di questi bambini ha è così speciale", ha detto Carrie Keele, l'aiutante di Babbo Natale di Listen Technologies. "Rende la loro giornata, ma in realtà otteniamo molto di più da questo di qualsiasi cosa possiamo offrire loro".
Babbo Natale e il suo elfo hanno convenuto che la parte migliore è guardare i volti degli studenti illuminarsi e vedere la loro energia ed eccitazione.

"Tutti hanno una luce, e lascia che te lo dica, la loro luce è più brillante di quella di chiunque altro", ha detto Gibbs. “E quando vedi quella luce, sai qual è il significato del Natale. Si tratta di condividere la gioia".

Tre ricevitori ListenTALK separati in fila con nomi di gruppi diversi su ogni schermo.
Iscriviti alla nostra newsletter

Ci piacerebbe fornire informazioni preziose direttamente nella tua casella di posta una volta al mese.

Donna sorridente felice che lavora nel call center
Come vi possiamo aiutare?

Ci piacerebbe rispondere alle tue domande, fornirti un preventivo dettagliato o inviarti maggiori informazioni.